Sergio Lanza

ordinario –cioè diastematico– del termine: è un rombo, un boato tellurico, un rumore a tutti gli effetti. Tra le risorse espressive che hanno interessato un certo tipo di compositori del presente e, come abbiamo visto, anche del passato, vi è, dunque, questa: l’estraniazione